• Pubblicata il:
  • Autore: Sguardo59
  • Pubblicata il:
  • Autore: Sguardo59

CLAUDIA E ALDO DA ME IN HOTEL

2° EPISODIO
Mi rispongono che si può fare, l’unico problema sono gli orari perchè lei ha problemi di lavoro ed essendo un lavoro molto delicato potrebbe essere anche chiamata all’improvviso.
Le dico che ho una camera al Mayestic appena fuori dall’imbocco della tangenziale sempre prenotata per via del mio lavoro e che questa sera sarei rimasto in hotel perché all’indomani impegnato in una riunione, le dico che potremmo trovarci dopo cena per un bel bicchiere di vino da me e che la mia camera ha un salottino e che avendo un’entrata riservata ,avranno solo da parcheggiare chiamarmi al numero che le darò e che dopo saliti nell’ascensore all’interno del parcheggio e che dalla camera chiamerò l’ascensore e arriveranno direttamente in camera .
Ci diamo appuntamento per le 22 , una cena leggera in camera, una doccia mi vesto causual, jens scarpe da ginnastica camicia bianca e seduto sul divano aspetto la loro chiamata, mi verso un po’ di rum e guardando la televisione attendo la loro chiamata.
In anticipo sull’orario verso le 21,40, arriva la chiamata le spiego cosa fare e dopo pochi minuti l’ascensore li porta in camera direttamente dal parcheggio, esce per prima Claudia e poi Aldo, li faccio accomodare, le chiedo cosa vogliono bere, le verso due bicchieri di vino bianco fresco e ci mettiamo comodi cercando di conoscerci un po’ meglio del pomeriggio.
Aldo mi dice che il suo lavoro è di tecnico per impianti ortopedici e che lavora per una ditta farmaceutica Toscana e che viaggia molto specialmente al sud, Claudia invece mi dice che lavora per una grande azienda e che il suo lavoro è di Parmaceutical Researchers(ricercatore farmaceutico), le dico che nel mio settore di competenza ho anch’io responsabilità in un settore simile al suo e se vorrà collaborare potremmo cercare un accordo, ma Claudia mi dice che il suo posto è ottimo e che si trova molto bene, anche se è da poco che lavora in quest’Azienda.
Non penso minimamente che Claudia è una mia diretta collaboratrice, essendoci in questa zona diverse Aziende che hanno questi settori, dopo le presentazioni e restando sul vago sul mio lavoro anche se spiego che la mia posizione è di Amministratore delegato di diversi settori di un Azienda multinazionale, mi permette qualche agio, tra cui questa camera regolarmente affittata per l’intero anno, ci spostiamo in camera da letto e spogliandoci ridendo e scherzando ritroviamo avvinghiati in un trio , succhio le labbra della sua figa che già è bagnata mentre Aldo ha il cazzo dentro la sua bocca, mi sfilo da sotto e arrivo alle sue magnifiche tette e incomincio una lunga esplorazione dei suoi capezzoli, Aldo nel frattempo ha preso il mio precedente posto e con potenti leccate di figa e di culo fa sussultare Claudia con dei gemiti sempre più affannosi, io arrivo alla sua bocca e la bacio con delicatezza prima con solo le labbra poi con dei piccoli colpetti di lingua per poi essere trasportato in un bacio sensuale che unisce le nostre lingue per diversi minuti, mi sussurra all’orecchio che siamo due bravi amanti e più tardi mi farà un regalino se lo vorrò, preso ancora di più dalla libidine mentre Aldo si dedica alle sue tette mi infilo un preservativo e appoggio il mio cazzo alla sua figa e lentamente la penetro prima con dei colpi dolci e lenti poi sempre più veloce, fino al suo primo orgasmo esco da lei e la bacio lasciando il mio posto a Aldo che invece subito con colpi molto forti essendo bella dilatata e lubrificata dal mio precedente lavoretto la inchioda al letto e dopo pochi minuti le sborra in figa una copiosa colata di seme non contento si porta con la sua bocca e lecca il suo sperma in uscita e gli umori di Claudia lasciando la sua figa pulita come fosse appena uscita da un lavaggio vaginale.
Toltomi il preservativo Claudia mi prende il cazzo in mano e se lo avvicina alla bocca incominciando un lento e fantastico pompino, guardandomi negli occhi mi dice di non venire perché la mia sborra vuole sentirla dentro di lei, le chiedo sempre sussurrando dove….e lei mi risponde che poi lo deciderà.
Nel frattempo anche Aldo si è aggiunto a Claudia nel succulento pompino doppio che stò ricevendo da questi due amanti fantastici, quando i primi sintomi della mia sborrata imminente si fanno sentire avverto Claudia che si gira a pecorina e mi chiede di incularla immediatamente, con il cazzo bagnato dalla lora saliva e dai i miei umori lo appoggio al suo buco del culo e con un colpo secco entro ,vedo e sento Claudia per un attimo irrigidirsi per il dolore per poi lasciarsi andare e con leggeri colpi all’indietro accompagna la mia cavalcata , dopo una decina di colpi le innondo il culo di una quantità enorme di sborra,lascio il mio cazzo dentro mentre piano piano perde consistenza e il suo ano accompagna con dei piccoli stimoli di contrazioni allargandosi e chiudendosi stringendo il mio cazzo che esce completamente facendo colare la mia sborra fuori dal suo buco.
Ci facciamo una doccia ,beviamo qualcosa insieme ci salutiamo e ci mettiamo d’accordo per sentirci quando sarà possibile un altro incontro, nell’uscire Claudia prima di entrare nell’ascensore mi bacia e mi ringrazia per la serata, io imbarazzato rispondo che sono io a ringraziare loro e che senza la loro visita avrei passato una serata immerso nelle scartoffie o davanti al televisore.

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!