• Pubblicata il:
  • Autore: IL PASSATORE
  • Categoria: Racconti orge
  • Pubblicata il:
  • Autore: IL PASSATORE
  • Categoria: Racconti orge

CORNUTO E MAZZIATO – 2^ puntata – Cervia (RA)

- Vieni fuori dalla macchina frocetto, lascia che ti mostri come scopa un vero uomo... Ho preso coraggio e ho parlato ad alta voce, bluffando e sperando che qualcuno mi sentisse e ci venisse in aiuto. - Ok ragazzi, il gioco è bello se dura poco... sono un carabiniere e lei è mia moglie! Se non cercate guai seri, sparite e andate a fare in culo! Non sono rimasti molto impressionati, anzi, tutti hanno sguainato i loro uccelli invitando mia moglie ad accarezzarli. Dany sembrava rassegnata. - Forse è meglio non combattere, non voglio che ti facciano del male. L'uomo che le teneva le cosce ha ordinato di appoggiarsi con le mani alla macchina e sporgere il culo all'indietro. - Vedrai, ti renderò una ragazza felice... Si è avvicinato alle sue spalle e ha strofinato il cazzo sulle sue chiappe per drizzare, mentre lei ansimava e il suo corpo si muoveva in avanti perchè le spingeva un dito in figa. - Benissimo, sei già unta come una troia... Ha infilato tutto il suo cazzo dentro di lei, scopandola con le mani sui fianchi e schiaffeggiandole il culo. Intanto il bastardo rideva e parlava con gli altri che guardavano toccandosi. Dany, ovviamente, non riusciva star zitta, anzi partecipava allo spettacolo gemendo e godendo più volte. Del resto, come già sapete, era una ragazza molto disponibile, vogliosa, sensuale... insomma una vaccaaaaaa! Dopo averla pompata almeno un quarto d'ora, lui ha iniziato a spingere più forte e, guardandomi con un ghigno beffardo, ha scaricato la maronaia dentro di lei. Poi ha fatto un passo indietro e il suo uccello è scivolato fuori, lasciando il posto a un altro che, senza darle tregua, l'ha penetrata sempre a pecorina. Altri dieci minuti di umiliazione e orgasmi ripetuti della vacca, finchè anche il suo cazzo ormai fiappo si è sfilato per essere sostituito da un altro rigido e pulsante. Al quarto ospite, perfino Dany dava segni di stanchezza. Ma non si lamentava per il bruciore alla figa, diceva che le faceva male la schiena! Ormai diversi rivoli di sborra le scendevano lungo le cosce gocciolando per terra. Ha goduto per l'ultima volta e gli  altri si son stufati. Alla fine, il loro capo si è rivolto a me mentre se ne andavano, e ha detto di avvisarli la prossima volta che volevamo scopare lì. Poi se ne sono andati ridendo, e ho sentito da lontano il rumore di una macchina avviarsi. Era stata una notte calda e maledetta, quindi abbiamo deciso di non dire niente a nessuno. Un mese dopo abbiam divorziato, però..... però io l'amo ancora. FINE

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!