• Pubblicata il:
  • Autore: M@rzia
  • Pubblicata il:
  • Autore: M@rzia

Esperienza SafFica



La Storia Mi chiamo Marzia,ho 37 anni e sono felicemente sposata.(anche se sono sempre una porcellina)
La vicenda che vi voglio raccontare,risale a circa vent'anni fa,hai tempi del liceo.
La mia amica del cuore si chiamava Elena, una cara amica,una di quelle amiche inseparabili,una di quelle che ti raccontano tutto,quello che fanno e quello che fanno gli altri.
Un giorno,mentre stavamo studiando, mi raccontò di due ragazze che in bagno si stavano baciando.
Io presa dallo studio non diedi molto peso alla cosa e non notai lo stato d'animo di Elena mentre mi raccontava il fatto,perchè credo che con quelle parole lei mi volesse far capire qualcosa d'altro.
Anzi ricordo di aver fatto un'espressione disgustata di disapprovazione perchè a me piaceva il cazzo,come mi piace tuttora.
Il discorso cadde lì,e probabilmente Elena ci rimase male,perchè nella sua testolina frullava qualcosa.....
Qualche settimana dopo,un sabato pomeriggio,
finito lo studio mi propose di fare una passeggiata in centro per negozi.
Io accettai nonostante fosse una giornata fredda e piovosa e ci avviammo a piedi verso il centro.
Il pomeriggio passò in allegria e al ritorno camminavamo spedite perchè io avevo un impellente bisogno di fare pipì...
Ad un tratto mette camminavamo sul marciapiede
all'altezza di un portone aperto,Elena mi spinse dentro, si mise davanti e mi baciò sulla bocca.
Io rimasi impietrita,sorpresa,poi mi abbandonai a quel bacio caldo e appassionato e quando sentii la sua mano che premeva ,divaricai le gambe per permettere alle sue dita di insinuarsi nella mia fica che nel frattempo era diventata fradicia.
Sentivo la sua mano che mi penetrava con forza e con delicatezza e quando arrivò l'orgasmo,
Elena riuscì a stento a impedirmi di urlare.
Al culmine del piacere non riuscii a trattenermi
e mi lasciai andare,(dovevo fare pipì,ricordate ?)
la mia urina cominciò a sgorgare mescolata ai miei umori sulla mano di elena ed inizio a colarmi tra le cosce mentre lei ormai eccitatissima
si inginocchiò davanti a me e mi infilò la testa tra le gambe e iniziò a leccare tutti i miei umori mentre con una mano si stava masturbando.
Sentivo che stava per godere dal movimeto della testa e dai gemiti che provenivano dalla sua bocca tra le mie gambe che io cercavo di coprire con il cappotto per evitare di essere sentite e viste da qualche passante.
Andò tutto bene, nessuno ci vide e ci avviammo verso casa con la consapevolezza che quello era solo l'inizio di una storia meravigliosa.




Vota la storia:




31/01/2005 19:23

Gianni

Non sei M@rzia, ma MARZIO!!!!

23/07/2004 19:45

alfa.g

vuoi godere e fare .... chiAMA

23/02/2005 15:50

machobsx

Continuate così, ma se mi volete fra voi........... XXXXXXXXXXXXXXXX ciao..

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!