• Pubblicata il:
  • Autore: Luciano
  • Pubblicata il:
  • Autore: Luciano

IL FATTORINO

Salve mi chiamo Luciano. Diciamo che questo sito mi è stato segnalato da un mio collega di “lavoro” più giovane di me, infatti la mia carta d’identità dice che sono del 1951 a voi il conto…
Questa che vi racconto è una storia vera che mi è accaduta poco prima di Natale, era giovedì 23 circa alle 4.30 del pomeriggio. Da quando sono andato in pensione ho trovato un lavoretto per passare le giornate e cercare di fare su qualche soldo extra per pagarmi qualche voglia ogni tanto, nessuna di tipo sessuale come andare a bagasce ma solo per la mia moto a cui tengo moltissimo. A parte questo io con il mio Dink150 faccio consegne per una piccola ditta e giro per la città a consegnare pacchi e buste con fatture e chissà che altro, ma a volte capita anche di dover andare in banca, in posta ecc. Il 23 dicembre appunto, il mio capo mi chiama al telefono e mi dice che devo andare in via X (non la dico per correttezza) al dato appartamento perché sarei dovuto andare poi in banca a consegnare quello che mi sarebbe stato dato. Fino a qui tutto a posto, quando all’improvviso mi dice: “mi raccomando io ti spiego bene come raggiungere l’appartamento, tu non chiedere informazioni a nessuno, per lo più richiamami…” tutto ciò era strano ma lì per lì non ci ho badato. Arrivato a destinazione seguo alla lettere le istruzioni e arrivo alla porta n°18, dopo ben 6 piani di scale a piedi. Suono e poco dopo mi apre una ragazzetta, sui vent’anni o poco più, con una sottoveste aperta che le mette in mostra il seno non eccessivo ma sicuramente sodo e grazioso. A quella vista inizio a capire il perché di tanta segretezza, il luogo in questione era un bordello, una casa di tolleranza chiamatela un po’ come volete! La ragazzina mi fa entrare e mi fa accomodare su di un sofà di velluto rosso e mi dice di aspettare. Dopo pochissimi minuti apre la porta una donna che avrà si o no la mia età piuttosto grossa di corporatura, con dei vestiti molto sgargianti e un trucco pesante. Mi alzo e le dico che ero il fattorino e perché mi trovavo lì, appena mi metto a parlare lei mi interrompe e mi fa: “non preoccuparti, ti stavamo aspettando…”. A quel punto mi dà la busta da consegnare alla banca e io incautamente apro il borsello dove tengo le mie fatture da far firmare mostrando il contenuto. All’interno avevo un centinaio di euro essendo passato in precedenza al bancomat e qui scatta la trappola… La matrona se ne accorge e mi fa avvicinare un paio delle sue ragazze, una avrà avuto trent’anni ed era davvero un gran, scusate l’espressione, tocco di mussa, mentre l’altra era abbastanza insignificante. Io sono divorziato da circa 7 anni e in questo periodo la mia vita sentimentale è stata abbastanza schifosa con pochi stimoli e ben poche occasioni di fare del sesso, trovarsi una così che mi coccolava avrebbe fatto perdere la testa a chiunque. Sta di fatto che la matrona e le altre ragazze abbandonano la stanza e rimango solo in compagnia di sta figona, che inizia a raccontarmi quella dell’uva per mettermi a mio agio, dato che era leggermente agitato (soprattutto perché non avevo capito a cosa mirava). A poco a poco cerca di provocarmi mostrandomi il seno e dicendomi cose zozze all’orecchio del tipo: “chissà cos’hai in mezzo alle gambe, chissà che bel cazzone che avrai…” e via dicendo. Io facendo palestra proprio una mezza sega non lo sono e nudo faccio ancora la mia bella figura e allora preso da una vampata di calore mi levo camicia e felpa e mostro il duro lavoro di pettorali che faccio da circa 10 anni. Quella cagna inizia a leccarmi tipo gelato, il petto, sotto il collo e lì intorno e con la mano mi fruga nella patta alla ricerca dell’uccello. Con un gesto lestissimo me lo tira fuori e inizia a pompare come una matta al punto che, non avrò fatto una bella figura però era vitale, ho dovuto dirle di rallentare se no il gioco finiva subito. Lei ha capito e ha iniziato a lavorarmi di bocca sia l’uccello che le palle! Pensavo fosse solo nei film porno una cosa del genere, e invece adesso avevo davanti sta gnoccolona che me lo lavorava da esperta… Dopo qualche minuto la tiro su e in poco tempo le levo quei due straccetti che aveva addosso lasciandola nuda davanti a me, cristo c’era davvero da sentirsi male, una biondina con una quarta buona di seno e due capezzoli che facevano provincia, un culo che era da mordere e una passerina ben curata da infarto. Il mio povero uccello era veramente più entusiasta di me all’idea di scoparsi una tipa del genere ed è stato accontentato subito, neanche il tempo di avvicinarmi che se lo è infilato dentro e ha iniziato ad andare su e giù facendomi mettere dietro di lei. Dopo un po’ che la pompavo mi ha detto se volevo penetrarla anche dietro però mi sarebbe costato un po’ di più, io ormai ero ubriaco di sesso e manco ho sentito le sue parole in pochi minuti l’ho girata a secondo dei miei desideri manco se fosse una bambola, e poi come dal nulla champagne e spumante ci si fermava qualche istante e giù una golata e un brindisi… Sta di fatto che io un party del genere non l’avevo mai fatto… ed era meglio continuare a sognarlo dato che per loro ero solo un pollo da spennare… Dopo tutto finalmente sento che sto per giungere, madonna mi tremavano le gambe e la testa mi stava scoppiando e con una specie di rantolio le ho riempito il buchino dietro di crema calda… Ce n’era da riempire un bicchiere giuro! Lei si è staccata, mi ha pulito ed è andata di là. Per qualche minuto sono rimasto solo, e ne ho approfittato per risistemarmi poi all’improvviso arriva la matrona con il conto! Da bere, da scopare e via dicendo… “150 euro” mi dice con aria innocente al che ribatto, m’incazzo, ci litigo ma alla fine ha ragione… Ho usufruito di un servizio no? Devo pagare… Un po’ come salire sul bus… Prende i miei soldi, riapre la busta e li infila… prima dentro la busta non c’era nulla… prima di chiamarmi per farmi consegnare quelle troie sapevano già che avrei consegnato in busta chiusa quelli che in precedenza erano i miei soldi…

Vota la storia:




31/08/2005 10:36

ang47

ne valeva la pena!!!!

17/10/2005 16:56

XXX

A ZENA DOVE?

06/03/2006 15:23

Betta

Xxx di dove sei?

04/08/2006 17:10

luciano

belin si ne valeva la pena, ma 150 euro son palanche... Cmq io sono di Coronata

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!