• Pubblicata il:
  • Autore: Marco
  • Pubblicata il:
  • Autore: Marco

La signora in rosso

Ogni tanto, complice Rosa, la mia amante con cui ho un'intesa pluriennale saldissima, mi piace trasgredire. Così, dopo le prime titubanze Rosa non oppone più resistenza, occasionalmente conduco la mia compagna ad incontri con altri maschi.
Tempo fa ho contattato, su un sito internet, un gruppo di 3 amici, della provincia di Bologna, che proponevano incontri hard avendo a disposizione un camper.
Fissata la sera giusta, lo scorso luglio,
ho portato Rosa a cena, lei aveva già intuito che la serata avrebbe avuto un finale movimentato anche se io ero stato assolutamente sul vago. Previdentemente la signora si era messo in tiro, vestendosi con un tubino rosso molto sbracciato che aveva degli spacchi sui fianchi abbastanza lunghi che mostravano generosamente le cosce tornite e già abbronzate.
Durante la cena ho fatto bere un po la signora che era piuttosto allegra quando ci siamo messi in auto diretti verso una delle zone industriali della città. Rosa non ha fatto obiezioni quando mi sono infilato in uno stradino buio e ho parcheggiato appena dietro ad un camper. Intanto che le davo il primo bacio il mezzo davanti a noi si è messo in moto e, come avevo concordato, ha acceso le luci di retromarcia facendo finta di muoversi indietro. Ho suonato il clacson "imprecando" nei confronti dell'autista. Questi è venuto fuori chiedendo scusa, anche se non era successo nulla, e a quel punto sono sceso anch'io per rassicurarlo. Il tutto era naturalmente una scena al quale si è aggiunto un secondo amico sceso dal lato passeggeri e con il quale abbiamo iniziato a conversare. Rosa dopo un po, avendo mangiato la foglia, è scesa dal'auto e mi ha guardato con aria tra il furbetto e l'interrogativo e soprattutto si è squadrato per bene i due giovanotti sui 35 anni e di piacevole aspetto. Una parola tira l'altra e così Rosa ha confessato di non essere mai entarta in un camper. Presto fatto i due amici ci hanno invitato a salire. Da perfetti gentiluomini hanno aiutato Rosa, un po impacciata dal tubino rosso, a salire sul mezzo. La signora non si è risentita quando le mani dei due si sono poggiate sul suo culetto sodo e la hanno praticamente tirata su di peso, ma li ha gratificati di uno smagliante sorriso. Il camper era nuovo e ben allestito, c'era tutto il necessario. Rosa si è guardata curiosa intorno e poi si è seduta sul divano spazioso del mezzo.
Per farlo ha dovuto tirare un po su il tubino rosso con il risultato che le cosce si sono scoperte fino quasi a far vedere lo slip nero. I due amici si sono seduti al suo fianco mettendola sotto assedio. Quado la prima mano si è posata sulla coscia di Rosa lei elegantemente ha leggermente divaricato le gambe per far capire che gradiva la mossa. Io mi sono "ricordato" che dovevo fare una telefonata. Ho chiesto scusa e sono uscito in strada socchiudendo la porta del camper.
Come da accordi fuori ho trovato l'altro componente il gruppo, molto simile ai primi due nell'età e nell'aspetto. Gli hod detto di attendere qualche minuto che l'atmosfera si sciogliesse per bene. Infatti, dopo due minuti, guardando dal finestrotto socchiuso si poteva vedere Rosa che, aiutata dai due, si sfilava il suo tubino rosso e inginocchiata sul divano ha iniziato a pompare il primo mostrando il suo bel culo al secondo. La signora non guardava la porta così siamo entati in silenzio e spogliati. Quando Rosa si è girata ha avuto un attimo di smarrimento, ma solo un attimo perchè poi senza fare domande si è messa a pomparci tutti e quattro. La signora non si è negata alle nostre richieste. Intanto che vedevo come in due la scopavano nella figa e nel culo e il terzo si faceva sbocchinare ho fatto un rapido calcolo dicendole che sommando le nostre quattro nerchie, eravamo tutti ben messi, si stava prendendo almeno 80 cm di cazzo duro. Dopo averla imbucata per bene dandoci il turno nelle varie posizioni e aver fatto godere la signora che appena le si sfilava un cazzo di bocca ne chiedeva subito un altro, i tre amici si sono sfilati il preservativo facendosi lustrare per bene le canne dalla lingua meticolosa di Rosa. Seduta sul divano la signora si è trovata i quattro cazzoni che le si strofinavano contro la faccia. Il più spigliato dei tre ha chiesto educatamente "Ti da fastidio se ti sborriamo in faccia?" Rosa molto gentilmente si è stesa sul divano con la testa verso il corridoio e con un sussiego ha risposto "Assolutamente no, vi prego fate pure con vostro comodo" Mentre insieme agli altri coprivo di sborra calda la faccia di Rosa mi è venuto di pensare che una Signora è sempre una Signora anche quando fa la Troia....

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!