• Pubblicata il:
  • Autore: Franco
  • Pubblicata il:
  • Autore: Franco

Simona


Stavo per salire in auto, stava piovendo di brutto, sento dirmi "ciao".
Era una vecchia amica di mia moglie, non la vedevo da anni. Neanche la salutavo troppo all'epoca. Bruttina , bassa, bionda. Ma un'espressione interessante...
"ciao" dico sorpreso. Come va... come non va... e tua moglie... e il lavoro... insomma i soliti discorsi da trenta secondi e scappo. Ma lei fa: "mi accompagni che piove"
Ok dico e penso che palle sta stronza che neanche mi ricordo come si chiama (davvero!), avrei da fare. Ma la gentilezza, e poi piove. L'accompagno a casa, parcheggio sotto casa. Sono continuati i soliti discorsi, la conoscevo perchè ci aveva convinti a infilarci in uno di quei multi level da guadagnarci cosi tanto che non abbiamo mai visto un soldo e dopo poco abbiamo smesso e smesso di vederla.
Apre la portiera e fa per scendere, si volta mi guarda intensamente per breve attimo e dice "vuoi salire? ti offro un caffe", "No grazie" faccio io. "Vedi - fa lei - neanche ti avessi offerto di fare altro..." e scende ridendo.
Mi sono indurito all'istante. Non mi era mai capitato. Non dico nulla e scendo, la raggiungo già alla porta. Entriamo, lei sembra ridersela non capisco se fa apposta o se sono io che sono scemo. In casa mi indica a cucina per fare il caffe e sparisce. Faccio il caffe, latrovo in sala ricurva che si asciuga i capelli con una tovaglia.
Non so da cosa ero preso ma ho messo giu tutto e alla vista delle gambe (comunque aveva la gonna) mi sono appoggiato a lei e le ho fatto sentire l'uccello sul sedere. "Ehi" fa lei e sis scosta. "Ma dai che fai" e ridendo si allontana sempre asciugandosi. Arriva alla camera da letto per riporre il pettine. Alla vista del letto non ci ho visto piu, l'ho spinta verso il letto, cosi senza dire niente. Lei non è caduta si è semplicemente appoggiata con le braccia mostrandomi il culo. Dico io è rimasta li ferma come in attesa. Non è un invito? E' stato un attimo. Ho alzato la gonna, scostato le mutande e l'ho infilata d'un colpo. Sembrava di aver acceso lo stereo: ha cominciato a parlare non la finiva mai. Era sorpresa di quello che facevo, non lo avrebbe immaginato, certo le piacevo, ma non credeva e via cosi. E intanto ansimava, le piaceva.
Allora sono uscito e l'ho puntato su Rai 2. Ho dato una lieve spinta. Ha urlato da dolore. Mi dice "li no!" e io "no!" e una piccola spinta di qualche cm. "No dai mi fai male" "No" e un'altra spinta. Alla fine l'ho infilato tutto. Si è zittita.
Dopo poco sento come una sua spinta all'indietro. Le piaceva... abbiamo stantuffato per un bel po. Le sono venuto dentro e lei si è accasciata sul letto a metà tra stesa e supina. "Non lo avevo mai preso li".
Ho trovato il bagno, mi sono lavato e sono uscito. Era ancora li ferma con aria soddisfatta e ... zitta.

Dopo circa una settimana da quanto successo e raccontato.
Torno a casa la sera stanco della solita giornata di lavoro e incazzature. Mia moglie è al telefono e non la finisce mai di parlare. Uffa le donne quando ci si mettono...
Finalmente mette giù: "Ciao, sai chi era? La Simona. Non finiva mai di parlare. Mi ha raccontato un sacco di cose, poi alla fine l'ho invitata a cena da noi sabato. Non l'abbiamo mai invitata ma non sapevo come finirla e lei sembrava che ci tenesse a rivederci".
"Va bene - faccio io - ma scusa la domanda, chi è la Simona?". "La Simona, dai quella del multi level, non la vediamo da tanto...".
AHHHH. Panico unito a terrore. Lei, proprio lei che si fa invitare a casa dopo una settimana che si è fatta sbattere. Non ci posso credere. Assalito da tumulti di sentimenti, quasi inconsciamente dico "E che cazzo vuole?????". "Spero non il tuo" fa mia moglie come per fare la battuta.
Altro che battuta, ho girato i tacchi e sono uscito dalla camera per non far vedere il colore della mia faccia. Porca la miseria, penso, me la vuol far pagare. Mi rovina.
Nei giorni seguenti ho tentato in qualche modo di far saltare la serata, ma come si fa? senza far nascere dei sospetti?
Arriva sabato. Ero pronto con una lunga lista di mosse e contro mosse per sviare la tragedia. Arriva lei: vestita carina, pantaloni attillati ma non particolarmente sexy, camicetta con un sacco di perline, maglioncino leggero.
Faccio finta di non vederla da anni e lei sembra stare al gioco ma capisco che cova qualcosa. Strani sguardi, paroline all'orecchio di mia moglie, battute sulla vita sessuale di coppia.... Quando mia moglie va in cucina la segue e sembra che non tornino. Dubbi atroci: mia moglie mi uccide se viene a sapere qualcosa...
Ma la serata fila via liscia o quasi, a parte il fatto che non mi è mai capitato di mangiare e non capire il gusto di quello che mangio. Arriva l'ora dei saluti. E' andata. Tiro un sospiro di sollievo ma dopo 5 minuti suona il citofono: "Sono Simona, non mi parte la macchina .... chi mi aiuta?" Ho capito, vado io, mi vorrà dire qualcosa. Almeno vado solo e speriamo bene. Scendo, salgo in macchina dalla parte del guidatore per provare ad accendere. Lei si avvicina come per vedere la manovra e mi sussurra: "Se fai partire la macchina tua moglie viene a sapere tutto!, portami a casa con la tua". Ho fatto finta di non sentire, non mi sono girato, ho finto di girare la chiave.
Avviso mia moglie che accompagno Simona a casa. Sotto casa mi fa: "sali?" e io "per un caffè? Questa volta non è il caso, Anna mi aspetta, se non torno entro mezz'ora comincia con le domande..."
"Va bene - fa lei - l'avviso io che non vuoi salire mezz'ora da me" e prende il cellulare e comincia a pistolare. "Cazzo fai" le faccio alterato. Lei: "Allora vieni mezz'ora o la chiamo dopo".
Sono salito. Ma perchè insiste con mezz'ora? 20 minuti 25 minuti non sono la stessa cosa?
Entriamo, non perde tempo, mi fa sedere sulla poltrona e comincia ad accarezzarmi. E intanto, sta troia, mi guarda fissa in faccia, con insistenza quasi diabolica. Mi sa che è matta, penso. Poi si volta di poco e guarda l'orologio dello stereo, poi piano mi apre i pantaloni e comincia il lavoro di bocca più certosino che mi sia capitato. Mamma mia e ogni tanto guardava l'orologio. Ha cominciato con la lingua, andava su e giu con gusto, che gusto! poi lo infilava tutto e usciva subito, poi la lingua poi tutto in bocca... è stato incredibile. Inutile dire che mezz'ora cosi non l'avrei resistito. Guardavo anch'io l'orologio. Ho pensato, adesso questa mi fa morire mezz'ora senza farmi venire, ma adesso la frego: dovrò mica avvisarla che vengo, no? capita e via. Ho giocato a rovescio, l'ho lasciata lavorare bene, ho resistito più possibile fino a sentirmi quasi male... e poi ho ceduto d'un colpo: un' esplosione improvvisa. Ho vinto! niente mezz'ora mi fermo prima!!!
No, non so come, forse se ne era accorta, forse di bocchini ne ha fatti uno nessuno centomila, che ne so? non si è fermata, non si è sorpresa. Ha continuato a fissarmi intanto che puliva tutto, con calma e voglia.
Non mi piace parlare in quei momenti, sono stato al gioco, credevo che ammettesse la sconfitta e invece... ha continuato.
Io non sono super. L'orologio ala parete conferma che tutto questo è durato 6 minuti e mezzo (circa). Chiaramente dopo mi sono un poco rammollito, ma lei no, si impegnava di più, lo ciucciava meglio, lo prendeva meglio. Questa poi...
mi è tornato duro, piano piano ma inesorabilmente. Stavolta ho resistito e a 30 minuti esatti ho finito i giochi. Lei ha ripulito, ha controllato l'orologio, mi ha guardato un minuto in silenzio: "Mezz'ora". Con aria soddisfatta.
"Si - dico io - entro mezz'ora a casa avevo detto". Lei: "Si sa che gli uomini sono sempre in ritardo...domattina mi devi aiutare con la macchina lo sai? e ci vorrà tutta la mattina perchè voglio riprovare tutti i giochi...."
"Si ti vengo ad aiutare".

Vota la storia:




09/06/2012 12:56

mirko

ma in quella mezz'ora tua moglie si faceva trombare da un'altro...lo sai, vero ?

06/06/2011 16:10

fustigator

bravo sta minchia ... ma vai a zappare coglione!!!!

04/06/2011 06:49

Franz

Complimenti Franco, sai raccontare ed eccitare in un modo unico. Sei veramente bravo

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!