• Pubblicata il:
  • Autore: Romeo
  • Pubblicata il:
  • Autore: Romeo

Una pompa fatta con amore...

Salve, volevo raccontarvi di quanto mi è successo ieri pomeriggio con mia moglie, non è la solita storia di tradimenti e/o di rapporti occasionali, ma una classica e sana scopata con la comiuge.
Un pomeriggio come tanti altri, dopo pranzo ci spostiamo sul divano a guradare un po la TV e raccontarci della giornata lavorativa.
Ovviamente, come tutti noi uomini, mentre lei parla io penso ad altro ovvero al sesso...
Bla bla bla... parla parla... e mi diventa sempre più duro, tra un mio annuire e dagli ragione, infilo con calma la mano nei suoi pantaloni del pigiama ed arrivo con due dita tra le labbra della figa...
Con stupore mi accorgo che erano ultra bagnate e gonfie... come se non stesse aspettando altro, maneggio con delicatezza il clitoride accarezzandolo come se fosse un petalo di un fiore e mi accorgo che il suo parlare rallenta sino a quasi zittirla.
Ho mio figlio nell'altra stanza che sta studiando allora dico a mia moglie chiudiamoci in bagno e facciamolo li, come due ragazzini ci spostiamo in bagno e ci chiudiamo dentro.
Ci spogliamo in pochissimi secondi.
La faccio accomodare su di un mobile ove riponiamo alcune cose, mi inginocchio ed inizio a leccagli la figa. Apro completamente la bocca assaggiando completamente la sua patata e con la lingua esploravo ogni centimetro, mi soffermavo sul clitoride che sporgeva tra le labbra.
Mi sussurrava... 'Togli la bocca che altrimenti la bevi...' Accidenti più diceva così e più mi eccitavo aumentando la velocità della lingua.
Continuava a sussurare la stessa frase.. ma notavo che con le mani mi afferrava la testa e me la schiacciava contro la sua figa ormai annegata di suoi liquidi e mia saliva...
Viene, uno spasmo di godere la blocca, mi schiaccia la faccia contro la sua figa.
A fatica respiro, continuando a muovere la lingua sul clitoride.
Ad un certo punto mi allontana da lei, forse anche perchè non capiva più nulla e voleva prendere fiato rimanendo seduta sul mobiletto respirando quasi con affanno.
Ora toccava a me godere, lasciandola seduta avvicino il mio cazzo talmente duro da farmi male dinanzi alla sua bocca.
Sorride e mi guarda negli occhi.
Lo accarezza e lo bacia.
Lo bacia ancora e con delicatezza abbassa la pelle affondando la cappella nella sua bocca.
Ancora con delicatezza, con una mano mi solletica la pelle vicino alle palle e con l'altra maneggia il cazzo mentre con la bocca bacia e massaggia la punta.
Io con le mani tra i sui capelli spingo la testa contro il mio cazzo per affondaglielo in gola quando sento alcuni gemiti di piacere in questo.
Più affondavo e più sentivo che gli piaceva, gli sussurro... "vengo fuori?" lei scuote la testa indicando "NO".
Cerco di durare più a lungo possibile per godermi il momento, ma ero troppo eccitato e sinceramente stavo godendo come un matto... dico: "non resisto, vengo.."
D'istinto mi viene di spingere la testa contro di me, quasi lo infilo in gola, vengo...
Erano giorni che non facevo sesso ed immagino che di sperma ne avrò avuto un quintale, lo sentivo chiaramente uscire perchè sicuramente denso.
Lo ha mandato giù senza problemi. Continuando a baciarlo per alcuni minuti...
Entrambe esausti, senza forze, ci rivestiamo continuando il solito tram tram della vita.
Ragazzi, questa per me è stata la prima "pompa fatta con amore".

Vota la storia:




22/11/2012 19:56

ElRasty79

wow amico! bella la storia, e se devo dire la verità mi è pure venuto duro! bravo!

20/11/2012 17:33

maximo

Bella genuina mi piace

19/11/2012 11:26

romeo

Grazie red, per una coppia sposata da diversi anni (20) quest'attimo di libidine diventa un evento ;)

17/11/2012 17:54

red

forse è l'unica storia normale di tutti i racconti che ci sono qui,complimenti sia per la descrizione dei particolari che per la goduria del momento

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!